TEST di INGRESSO
Il sito dedicato ai test di ingresso all'Università

Home Page

Prova ora i test di ammissione sul sito www.testuniversitari.it



• Test di ingresso Facoltà di Ingegneria

• Test di ingresso Facoltà di Scienze

• Test di ingresso Facoltà di Economia

• Test di ingresso Facoltà di Giurisprudenza

• Test di ingresso Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

• Test di ingresso Facoltà di Scienze della Formazione

• Test di ingresso Facoltà di Scienze Umanistiche

• Test di ingresso Facoltà di Scienze Biologiche

• Test di ingresso Facoltà di Farmacia

• Test di ingresso Facoltà di Psicologia

• Test di ingresso di Chimica

• Test di ingresso di Fisica

• Test di ingresso di Matematica

• Test di ingresso di Logica

• Test di ingresso di comprensione verbale

Test di ingresso all'Università

Da quest'anno, in molte Università italiane, il test di ingresso alle Facoltà riguarda tutti i Corsi di Laurea. Fermo restando le Facoltà a numero chiuso, per le quali il test di ingresso è vincolante all'iscrizione, per tutte le altre è semplicemente valutativo anche se, il non superamento dello stesso, comporta l'attribuzione di debiti formativi.
Il debito formativo va saldato nel corso dell'anno accademico secondo modalità che verranno via via indicate.


Le prove di autovalutazione aiutano lo studente a valutare la propria preparazione, ma non costituiscono test d'ingresso.

Tali test consentono l’autovalutazione immediata delle propria preparazione scientifica, allo scopo di evidenziare eventuali carenze culturali esistenti nelle discipline di base, consentendo così allo studente di ricorrere a provvedimenti correttivi.
Per essere iscritti ad un corso di Laurea è richiesto il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale.

I requisiti sono:
• capacità di comprensione verbale;
• attitudine ad un approccio metodologico;
• conoscenza degli argomenti

In molte Università diverse Facoltà già effettuano questi test nel periodo delle immatricolazioni:

• Economia
• Giurisprudenza
• Ingegneria
• Lingue e Letterature straniere
• Scienze della Formazione
• Scienze umanistiche

La prova di ammissione vuole integrare l’esame di diploma di istruzione media superiore, ma non sostituirsi ad esso e non intende privilegiare gli studenti provenienti da alcun tipo particolare di scuola; ha finalità orientative per alcuni corsi di laurea, selettive per altri; permette di formulare una graduatoria degli aspiranti basata sulle loro attitudini. La graduatoria viene utilizzata a fini selettivi solo in quei corsi di laurea a numero chiuso dove le domande di ammissione superano i posti disponibili.
La graduatoria è basata sull’Indice Attitudinale, ottenuto come media fra il punteggio conseguito nella prova di ammissione e il voto dell’esame di maturità, in modo da tenere conto della precedente carriera scolastica dello studente. La prova consiste nel rispondere, secondo precise cadenze temporali, ad una serie assegnata di quesiti suddivisi per aree tematiche, selezionando la risposte esatta tra le cinque proposte per ogni quesito.
Il fatto inevitabile che di anno in anno, nonostante tutti gli sforzi, i quesiti possano presentare una maggiore o minore difficoltà, è neutralizzato dal sistema di attribuzione del punteggio che, assegnando il massimo alla media dei primi dieci migliori risultati per ciascuna area tematica, esprime il punteggio (generalmente in centesimi, talvolta in millesimi) come dato relativo.

La prova di ammissione, anche limitatamente alla sola finalità orientativa, ha un suo oggettivo valore intrinseco, sul quale tutti gli aspiranti sono invitati a riflettere attentamente. Che una singola prova, basata su quesiti a risposta multipla, sia sufficiente per sondare le capacità intellettive di ordine superiore di un essere umano sicuramente è opinabile, ma è assodato che su un grande numero di studenti possa fornire indicazioni statisticamente attendibili sulle attitudini per specifici studi come quelli di ingegneria.
In molti Atenei la graduatoria stilata sulla base dell’indice attitudinale viene suddivisa in gruppi ordinati di uguale numerosità; quando i gruppi sono 10 o 20 spesso vengono denominati rispettivamente decili o ventili.
La prova non richiede una specifica preparazione, ma, eventualmente, soltanto un ripasso degli elementi di base di matematica, fisica e chimica sui libri utilizzati dall’allievo nelle scuole medie superiori.